Faccette estetiche

L’applicazione delle faccette estetiche è un’operazione semplice e non invasiva, che ci permette in pochissime sedute di sfoggiare un sorriso brillante e sicuro, e quindi sentirci bene con il mondo che ci circonda quotidianamente.

Oggi ne esistono in vari modelli e materiali, da quelli più classici come le resine composite e le ceramiche semplici, fino a quelli più elaborati e resistenti, in ceramiche stratificate (feldspatiche) o in disilicato, o in compositi nanoibridi. Nella scelta della faccetta più adatta a noi, dobbiamo valutare oltre ai costi, anche l’efficacia della resa estetica, ovvero la possibilità con tale intervento, di ricreare o migliorare la qualità e la bellezza del nostro sorriso.

Le faccette dentali estetiche si distinguono in due grosse categorie

Quelle in resina (o altri materiali resinosi), che hanno da sempre una larga diffusione per merito del costo contenuto (intorno ai 350/400 €) permettono di sistemare lesioni, discromie, e altri problemi, fornendo risultati praticiefficaci. L’applicazione non è invasiva, garantisce un buon risultato ed è una soluzione utilizzata da molti professionisti. Ha il vantaggio di avere un costo ridotto, una buona durata e resistenza, ed una resa estetica accettabile nei primi anni.

Un’altra opzione è invece quella delle faccette in ceramiche stratificate, più innovative, supportate dall’approfondito studio sui materiali, ed hanno come principale vantaggio la notevole resa estetica (decisamente superiore alla controparte in resina).

Negli ultimi anni la ricerca ha sviluppato le ceramiche stratificate (dette feldspatiche), in materiale estremamente biocompatibile, assolutamente resistenti e durevoli nel tempo. Come le faccette in resina, hanno simili caratteristiche di ridotta invasività ed altissima tollerabilità. I costi non sono molto più alti delle faccette in resina (parliamo in media di 500/600€), ma hanno il grande vantaggio di una resa estetica maggiore che le permettono di imitare in maniera perfetta, se non migliore, il colore e la translucenza dei nostri denti naturali.

La resa estetica eccellente è quindi il punto di forza delle faccette in ceramica

L’applicazione delle faccette (sia esse in resina che in ceramica) non comporta normalmente alcun problema, e oggi l’utilizzo di materiali biocompatibili, oltre ad un rigido protocollo di applicazione, riducono a zero la possibilità di reazioni tessutali negative, che possono portare infiammazioni o altri problemi: il rischio di rigetto è quasi pari a zero.

Nel caso di una faccetta di alta qualità in ceramica, nessuno noterebbe la differenza con i nostri denti naturali. Possono essere quindi utilizzate (come quelle in resina composita) sia per risolvere problemi di fratture, difetti di forma o posizione, ma anche appunto per correggere anomalie più particolari legate all’aspetto estetico, come alterazioni nel colore, abrasioni o lesioni dello smalto.

Le faccette in resina quindi sono ottime per mascherare imperfezioni odontoiatriche, ma se vogliamo ottenere un risultato estetico di livello superiore, le faccette in ceramica sono la scelta più raccomandata!
Grazie a queste moderne soluzioni di odontoiatria estetica, finalmente potremo sentirci nuovamente in armonia con il nostro sorriso e con il mondo intorno a noi!

Desideri maggiori informazioni?