Chirurgia

Chirurgia Orale a Napoli

Cos’è la Chirurgia orale?

La chirurgia orale è una branca dell’odontoiatria che si esprime attraverso interventi chirurgici atti a risolvere problemi nella cavità orale.


A chi è rivolta?

La chirurgia orale è rivolta:

  • A tutti coloro che hanno denti non recuperabili (che vanno estratti), denti inclusi che danno o daranno problemi;
  • A persone che hanno denti devitalizzati che hanno sviluppato infezioni e che non possono essere nuovamente devitalizzati (apicectomia);
  • A persone che hanno frenuli corti (frenulectomia labiale linguale);
  • A persone con ipertrofia delle gengive (gengivectomia);
  • A persone con problemi paradontali (chirurgia paradontale);
  • A persone che devono sostituire denti con impianti e che non hanno un’adeguata quantità ossea (GBR, preservazione di alveolo)
  • A persone che presentano cisti o neoplasie.

Cosa bisogna effettuare prima del trattamento?

In genere il paziente che dovrà essere sottoposto a terapia di chirurgia orale, viene visto una prima volta dall’odontoiatra, che dopo la valutazione del caso, prescrive le opportune radiografie ed i farmaci adatti da prendere prima della terapia chirurgica, prescrive altresì, eventuali analisi cliniche e nei pazienti con problemi medici, valuta un eventuale cambiamento della loro terapia farmacologica.


Quanti trattamenti sono necessari?

In genere l’intervento chirurgico è una terapia di un solo incontro. Chiaramente, a seconda del tipo di chirurgia, c’è un numero ben preciso d’incontri di controllo o di medicazione.


Quanto dura una seduta?

La durata dell'intervento è in relazione al tipo di chirurgia che si deve fare. Si possono impiegare pochi minuti per un'estrazione dentaria semplice, o un certo numero di ore per terapie più complesse, tipo la rimozione di alcune neoplasie.


Il trattamento è doloroso?

Il trattamento non è doloroso se viene gestito con anestesie adeguate al tipo di intervento: per una banale estrazione dentaria è sufficiente un po' di anestesia locale, mentre per interventi più complessi si può utilizzare con successo, l’anestesia cosciente.


Quali risultati posso aspettarmi?

La chirurgia orale mira ad eliminare dolori preesistenti, infezioni, problemi estetici, problemi di pronuncia di parole, problemi tumorali. Permette anche di ricostruire osso, gengive e permette anche l'inserimento di denti nell'osso attraverso gli impianti endossei. Il fine è la rimozione del problema. Condizione necessaria prima di proporre qualsiasi cura.


Come avviene il trattamento?

Ogni tipo di chirurgia ha un suo protocollo. C'è però un aspetto comune a tutti: il paziente viene accolto nella sala chirurgica ben disinfettata e viene preparato con disinfezione della cavità orale e dei tessuti periorali e con teli chirurgici. Il dentista si prepara con indumenti strumenti sterili. Si effettua l'anestesia specifica in relazione al tipo di intervento e si esegue l'intervento in maniera indolore e in completa sicurezza. Una volta finito si fa lentamente deambulare il paziente secondo i protocolli specifici. Si prescrivono poi i farmaci da prendere dopo e le norme comportamentali.


Possibili complicanze?

Infezioni, dolori, emorragie, lieve stato febbrile, edema, gonfiore sono complicanze possibili ma controllabili con le dovute cautele durante l'intervento e con i farmaci da prendere a casa.